Mal di schiena causa sedentarietà: Prevenirlo

Mal di schiena causa sedentarietà: Prevenirlo

Oggi dedico un articolo a tutti coloro che soffrono di mal di schiena a causa della sedentarietà.

Questi utili consigli sono rivolti a tutte le persone che passano molte ore seduti, che sia in ufficio o in lunghi viaggi.

“Il movimento è vita!” e seguendo queste indicazioni potrete risolvere buona parte dei fastidiosi dolori che vi affliggono.

Iniziamo con il capire perché si generano questi dolori, e per farlo vediamo prima di tutto cosa c’è al centro dei nostri mal di schiena: la colonna vertebrale.

La colonna vertebrale garantisce protezione al midollo spinale, permette il corretto movimento di arti e testa, sostiene gli organi vitali e permette una corretta respirazione.
Questo grazie alle componenti ossee (occipite, vertebre, osso sacro e coccige), connettivali (dischi e legamenti) e muscolari, splendidamente coordinate dal sistema nervoso. Niente male insomma...
Troppo spesso diamo per scontato il difficile e costante lavoro che il nostro corpo compie sotto copertura per salvaguardare il miracolo che siamo soliti a chiamare ``normalità``, ma è bene avere sempre presente l’importanza di prenderci cura di noi stessi.

Rimanendo seduti per molto tempo si tende a perdere la naturale curva della colonna vertebrale ed in più diminuisce la forza nei muscoli del tronco e degli arti inferiori. Inoltre, gli ultimi 2 dischi inter-vertebrali (L4-L5 e L5-S1), dovendo sostenere molto peso, sono inclini alla disidratazione che porterà ad una infiammazione della zona interessata.

Come ridurre tutto ciò? Prendiamo qualche semplice precauzione.

1. Prima che l’infiammazione si inneschi è stato stimato un tempo approssimativo di due ore, quindi prendiamoci una pausa di qualche minuto, alzandoci e facendo un po’ di movimento. Minimo ogni 2 ore per l’appunto.

2. Camminiamo di più, facciamo le scale e pratichiamo sport o yoga 2/3 volte a settimana (senza eccedere nel senso opposto): questo rinforzerà i muscoli fondamentali per il sostegno della colonna vertebrale, rendendoli più resistenti.

3. Stretching e rinforzo muscolare sono i nostri migliori alleati: sono fantastici perché rompono i soliti schemi e ne creano di nuovi, stimolando e irrobustendo zone solitamente meno coinvolte. Rinforzare i muscoli del tronco ed estensori delle anche (glutei in primis) e fare stretching alla muscolatura posteriore delle cosce può essere una buona prassi.

4. Manteniamo ben idratati i dischi della colonna vertebrale, bevendo la corretta quantità d’acqua (circa 30ml ogni KG di peso corporeo) e dando la giusta importanza al riposo, dato che quest’ultimi si “rigenerano” mentre dormiamo (sdraiati!).

Queste sono consigli in senso assoluto, ma mi preme ricordare che ognuno di noi è unico, quindi necessità di un programma personalizzato per ottenere soluzioni durature ed escludere patologie in futuro.
Credo fortemente che quando è presente un dolore persistente e duraturo, le figure professionali sanitarie sono le prime da prendere come riferimento, fino alla risoluzione della sintomatologia, per poi affidarsi a professionisti del wellness.

Ovviamente, l'efficacia di questi consigli assume un significato più marcato se abbinato ad una corretta ``igiene posturale`` sul lavoro, perciò è altresì importante:

Scegliere una sedia comoda dotata di rotelle, con un’altezza tale da poter appoggiare i piedi per terra senza flettere troppo le ginocchia verso il petto.
Posizionarsi più indietro possibile sulla sedia in modo da mantenere la schiena più perpendicolare possibile alla scrivania; è utilissimo un supporto lombare per mantenere la naturale forma della schiena
Appoggiare gomiti e avambracci per poter rilassare le spalle e il collo.
Posizionare il monitor all’altezza dello sguardo a 50- 70 cm di distanza e usare un tappetino del mouse con il rigonfiamento per sostenere il polso in modo da preservare collo e gomito.

Se avete letto tutto l’articolo grazie per l’attenzione! Vedrete che seguendo questi suggerimenti noterete un miglioramento nel tempo.

Vi invito a seguire il sito per scoprire i nuovi articoli realizzati per migliorare il benessere quotidiano di ognuno di voi. Un augurio di buona salute.

Dott. Nicola Basile

Potresti essere interessato a

About The Author

Nicola Basile
FISIOTERAPISTA specializzato in ambito sportivo, ha collaborato per 10 anni con alcuni tra i più prestigiosi centri medici di Bologna e Torino, oltre a diverse società sportive professionistiche di serie A di calcio, baseball e pallamano.